COLESTEROLO

Colesterolo.com

Attività fisica per abbassare il colesterolo

Si sente parlare spesso di consigli su come eseguire una certa attività fisica, di praticare sport per combattere il colesterolo, ma in realtà il colesterolo diventa pericoloso per la salute solo se la sua concentrazione nel sangue diviene troppo alta, o meglio, solo se la concentrazione nel sangue del colesterolo LDL, ossia del colesterolo cattivo, diventa troppo alta in relazione a quella del colesterolo HDL, ossia del colesterolo buono, il quale ha proprio il compito di rimuovere quello cattivo in eccesso dall'organismo. In concentrazioni normali, cioè, il colesterolo è tutt'altro che nocivo, e anzi è necessario alla vita dell'uomo e degli animali per svariati, importanti motivi, così come è anche vero che il colesterolo HDL in concentrazioni alte risulta un prezioso alleato contro l'eccesso di grassi nell'organismo.

Per quanto ci si possa sforzare di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, si avrà comunque una sua presenza sostanziosa nell'organismo, in quanto questo lo crea autonomamente in una percentuale molto alta, compresa tra l'80% e il 90%, per garantire alcune funzioni metaboliche necessarie alla vita; va quindi da sé che, per quanto ci si sforzi di fare esercizio fisico, non si potrà mai abbassare il colesterolo sotto un certo livello e, in tutti qui casi in cui nemmeno con l'esercizio fisico e con una corretta alimentazione si sia riusciti a tenere i livelli di colesterolo sotto controllo, si dovrà necessariamente optare per una cura farmocologica. Però, al di là dei limiti sulle possibili percentuali di abbassamento del colesterolo in gioco, un'attività fisica praticata con una certa costanza apporterà senz'altro grandi benefici per il corpo in generale, ed è quindi bene tenerne conto per un corretto stile di vita che punti alla salute ed al benessere.

E' comunque vero che, effettivamente, l'esercizio fisico permette di ridurre i livelli di VLDL, ossia dei trigliceridi plasmatici, di ridurre probabilmente anche il livelli di LDL, ossia del colesterolo cattivo responsabile di gravi problemi di salute e di pericolose malattie, quali ictus, infarti e aterosclerosi, e di aumentare i livelli di HDL, ossia del colesterolo buono che ha il compito di ripulire le arterie dall'eccesso di colesterolo, circolando in continuazione nel sangue come uno spazzino. Nel caso peggiore in cui fosse nullo il beneficio apportato dall'attività fisica riguardo alla riduzione dei livelli di colesterolo LDL, vi sarebbe comunque il beneficio dovuto all'aumento dei livelli di colesterolo HDL, dimostrato con certezza. A fronte quindi di un aumento del colesterolo totale nell'organismo, vi saranno benefici per la salute dovuti al fatto che il colesterolo HDL sarà aumentato rispetto al colesterolo LDL, e infatti quello che conta ai fini di una buona salute non è tanto la concentrazione del colesterolo totale ma il rapporto tra la concentrazione di HDL e la concentrazione di LDL; il rischio di incorrere in malattie cardiovascolari è infatti sensibilmente maggiore quando i livelli di HDL sono relativamente bassi e i livelli di LDL sono relativamente alti.

L'esercizio fisico, dunque, affiancato ad una corretta alimenazione, ad una azione che contrasti una eventuale situazione di sovrappeso, e all'abolizione del fumo e dell'alcol, almeno in quantità non moderate, può aiutare molto a tenere il colesterolo sotto controllo. La più semplice attività fisica praticabile è quella del camminare con una certa frequenza; questa risulta anche essere una delle attività fisiche più efficaci per mantenere una buona salute, se compiuta con moderazione e con la giusta costanza. Camminare con passo abbastanza sostenuto, ma non così velocemente da arrivare a faticare troppo e a sudare, per almeno 5 giorni a settimana, per 30 minuti circa al giorno, può portare ad una riduzione del rischio di malattie coronariche di una percentuale variabile tra il 30% e il 50%. In sostanza, con una breve passeggiatina al giorno si può arrivare addirittura a dimezzare il rischio di ammalarsi di cuore rispetto a chi conduce una vita sedentaria, il tutto, ovviamente, a parità di altre condizioni e di altri parametri posti uguali nel confronto.

Oltre che camminare a velocità moderata, un'altra attività fisica dai benefici analoghi che si può eseguire è quella della passeggiata in bicicletta; andare in bicicletta, o usare una cyclette in palestra o in camera, infatti, può consentire di aumentare la quantità di colesterolo HDL rispetto a quella di colesterolo LDL, ed inoltre apporta benefici riguardo al peso, consentendo di perdere eventuali chili in eccesso con grande beneficio per il cuore. Altre attività analoghe che prevedono uno sforzo fisico moderato sono il ballo, ovviamente non a livello agonistico, e l'esercizio con tapis roulant.

Praticare una attività aerobica con una certa frequenza può aiutare ad incrementare i livelli di HDL fino a percentuali che sfiorano il 10%, e i risultati si vedono soprattutto quando si passa da una situazione di sovrappeso ad una in cui si sono persi molti chili di troppo. Con questo tipo di attività fisica, però, si è in un regime di esercizo fisico intenso, al pari del tennis, dello jogging e del nuoto praticato ad un certo livello. Del resto, gli esercizi fisici di questo tipo consentono di tenere a bada malattie cardiovascolari che possono dipendere sia da obesità, o in genere da una situazione di sovrappeso, sia proprio da alti livelli di colesterolo cattivo nel sangue, quindi vale la pena fare un pensierino su una qualche pratica sportiva di interesse.

Occorre comunque stare attenti a praticare uno sport, o comunque un'attività fisica che sia adeguata alla propria condizione, sulla base del proprio sesso, della propria età, della propria robustezza fisica, della propria predisposizione all'esercizio fisico, delle proprie capacità di eseguire alcuni esercizi fisici piuttosto che altri ecc., in quanto praticare uno sport impegnativo nei termini sbagliati, sopravvalutando le proprie capacità fisiche ed altri limiti della propria persona, potrebbe arrecare addirittura dei danni alla salute, o anche solo vanificare, con infortuni o stati di affaticamento eccessivi, gli sforzi fatti per migliorare il colesterolo HDL e il proprio stato di salute in generale. In questo frangente un Personal Trainer potrà servire allo scopo, consigliando gli esercizi migliori per il proprio caso e aiutando anche ad eseguirli correttamente.

 Colesterolo
 Caratteristiche principali
 Come abbassare il colesterolo
 Dieta colesterolo
 Colesterolo HDL
 Colesterolo LDL
 Alimenti per abbassare il colesterolo
 Attività per abbassare il colesterolo
 Aterosclerosi
 Come aumentare il colesterolo HDL
 Ipercolesterolemia
 Trigliceridi e colesterolo


Le informazioni riportate su questo sito devono essere intese come puramente indicative e non sostituenti il parere professionale di un medico

Copyright © Colesterolo.com 2013 - Vietata la copia, anche parziale (disclaimer) | Contatti